La Pista

Due minuti di pura passione su un tracciato che premia solo i campioni

Adrenalinica, spettacolare, implacabile e sensazionale.

Questa è la Stelvio, la pista di Bormio che, nel corso degli anni,ha ospitato le gare di ben due Campionati del Mondo (1985 e 2005) e che, ogni anno a fine dicembre, ospita una tappa della Coppa del Mondo di sci alpino maschile. E anche quest’anno la Stelvio è pronta ad accogliere gli uomini jet per una spettacolare due giorni: si inizia il 28 dicembre con la discesa libera e si chiude il 29 con il SuperG che, pian piano, sta diventando anche lui un “classico” di Cdm.

La Stelvio è stata inaugurata nel 1982 in occasione delle World Series ma è diventata una tappa fissa e irrinunciabile di Coppa del Mondo a partire dal 1993. Lunga 3250 metri, è stata il teatro di gare fantastiche, di vere e proprie imprese firmate da un po’ tutti i più grandi discesisti dell’era contemporanea dello sci alpino. Su questo tracciato, l’atleta deve rimanere sempre concentrato al massimo, non c’è mai un attimo in cui possa “tirare il fiato”. Mai. Lungo il percorso il discesista deve affrontare il salto della Rocca e quello San Pietro che arrivano già quando le gambe cominciano a “bruciare”. E un passaggio chiave come quello della Carcentina, una diagonale in contropendenza da brividi, dove se si sbaglia traiettoria… si dà l’addio ai sogni di gloria. Infine c’è il muro de la Konta, dove si decide solitamente la gara. Un tratto con curvoni velocissimi, visibile a tutto il pubblico presente ai bordi della pista o al parterre, dove i più bravi (Paris è l’incontrastato maestro) riescono a spingere e a domare il percorso e a non diventare passivi.

La discesa sulla Stelvio è un’impresa adrenalinica alla massima potenza. Chi primeggia sul tracciato bormino è considerato un fuoriclasse della discesa, un atleta completo capace di mettere in scena una prova di altissimo spessore sotto l’aspetto della grinta, della determinazione e della precisione nel condurre gli sci alla massima velocità, tracciando le migliori linee lungo i 1010 metri di dislivello. Basta scorrere l’albo d’oro per rendersi conto che qui vincono solo i big: dallo svizzero Pirmin Zurbriggen, al francese Luc Alphand, ai norvegesi Lasse Kjus e Aksel Lund Svindal, agli austriaci Hermann Maier, Hannes Trinkl, Michael Walchhofer, agli statunitensi Bode Miller e Daron Rahlves o all’azzurro Christof Innerhofer. Ma il re assoluto è Dominik Paris che su questa pista ha vinto 7 volte (6 in discesa e 1 in SuperG) diventando un bormino onorario. Domme ama la Stelvio che “ti chiede di usare tutta l’esperienza e le capacità tecniche che hai a disposizione”… fin dalla partenza al Praimont dove si deve prendere velocità e portarla fino in fondo. Per molti la Stelvio è la pista più difficile di tutte. Bastano le parole del fuoriclasse statunitense Bode Miller per rendere l’idea. “Se arrivi in fondo e sei davanti, sai che sei di sicuro tra i migliori discesisti al mondo, se non addirittura il migliore”. Vincere qui su questa meravigliosa e difficilissima pista significa prendersi una bella “laurea” in discesa e appuntarsi una preziosa onorificenza sul petto e… nel palmares personale.

La Stelvio fra due anni e mezzo avrà l’ultima consacrazione, ospitando le gare olimpiche di sci alpino maschile (oltre a quello di scialpinismo) delle Olimpiadi Invernali di Milano Cortina 2026.

 


Allegati:

Scopri "Sua Maestà La Stelvio"
I vincitori che hanno fatto la storia


What's New!

Eventi
Dedicato a tutti i giovani atleti dello sci alpino
leggi tutto
Musica live
leggi tutto
Alle 18.30, con intrattenimento in piazza Cavour
leggi tutto
Dalle 17 in via Roma e piazza Cavour
leggi tutto

Countdown to the event

days
hours
mins
secs
archivio Eventi
Main Sponsors
Con il Patrocinio e il contributo di:

BORMIO SKI WORLD CUP
mail: bormioskiworldcup@fisi.org
Follow us on...
© 2020 FISI
Se non diversamente specificato attraverso citazioni d'altra fonte, i materiali informativi presenti in questo sito sono protetti dai diritti d'autore. Tutti i diritti sui contenuti del sito sono riservati ai sensi della normativa vigente. La riproduzione, la pubblicazione e la distribuzione, totale o parziale, con qualsiasi mezzo analogico o digitale del materiale originale contenuto in questo sito sono espressamente vietate in assenza di autorizzazione scritta.

Impressum | Privacy policy
Powered by   Event Builder - Accreditation Management System