PARIS: "DUE GIORNI INCREDIBILI"

Queste le dichiarazioni dei protagonisti del superG di Coppa del Mondo a Bormio

DOMINIK PARIS (Ita)

“Quello che è successo in questi due giorni è davvero incredibile e oggi la pista era ancora più difficile rispetto alla discesa. Non ho parole. Vuol dire che tutto funziona al meglio, la forma, i materiali, la testa… Noi siamo forti su queste piste difficili, ma riuscire in 24 ore vincere due volte su una pista come la Stelvio sembra impossibile. Le difficoltà sono tante ed è impossibile essere perfetti. Anch’io non lo sono stato, ho avuto fortuna La partenza non è stata male, ma poi ho frenato un po’ troppo prima della Carcentina. Su questa diagonale non mi sono sentito velocissimo, ma poi ho spinto a tutta perché sentivo di avere ancora energie. Quando sono sbucato verso il traguardo ho sentito il boato del pubblico e sapevo di aver fatto bene, ma quando ho visto la luce verde sul tabellone elettronico quasi non volevo crederci. Forse ho trovato anche continuità e ho dentro la fiducia per tirare sempre al massimo. Mi spiace per Innerhofer. E’ in grande forma ma in superG il numero 1 al via è davvero ingrato perché non hai riferimenti. Inner è sempre tra i migliori, se non sbaglia è sempre da podio”.

MATTHIAS MAYER (Aut)

“Terribile perdere per un centesimo di secondo, congratulazioni a Paris che sta vivendo un momento di forma incredibile. Ma io questo centesimo me lo riprenderò in Austria. Ma sono contento della mia prova, ho sciato al massimo e attaccato ovunque con grande aggressività, ma non sono stato perfetto, un terreno così mosso non te lo permette. Comunque è il mio primo podio stagionale, segno che la forma sta crescendo”.

ALEKSANDER KILDE (Nor)

“Questo podio per me è davvero importante, ma oggi era forse impossibile battere Paris e Mayer. Sono stati con le prove quattro giorni durissimi e adesso devo riposare. Quello di oggi è il mio terzo podio in stagione: mi dà fiducia per le gare di gennaio e verso i Mondiali di Are”.

CHISTOF INNERHOFER (Ita)

“Mi spiace davvero tanto perché potevo fare bene, anche se oggi era ancora più difficile della discesa. Sulla seconda porta ho perso un po’ di concentrazione perché non mi sentivo veloce ed alla quarta ho infilato il braccio. Comunque, non perché sia capitato a me, ma negli ultimi tre anni, da quando è in vigore questa regola di partenza, il numero 10 della lista di specialità, costretto a vestire il numero uno, non si è mai classificato fra i primi 10. Peccato davvero, perché ho visto che dopo il primo errore per tre intertempi sono stato più veloci di Paris e Mayer”.

MARCO ODERMATT (Svi)

“Una corsa divententissima anche se difficile in mezzo a tutte queste vibrazione. La mia gara è stata perfetta dall’inizio alla fine”.

        
What's New!

Eventi
Nel centro storico di Bormio, bracieri e ceppi scoppiettanti dove degustare i sapori di una volta.
leggi tutto
Apertura straordinaria di Bormio Terme, con happy hour dalle 19.00 e wellness evening dalle 21.
leggi tutto
Le foto pi belle dei vincitori della discesa libera di Bormio!
leggi tutto
Spettacolo pattinaggio artistico con la campionessa Elizaveta Tuktamysheva.
leggi tutto
archivio Eventi
Main Sponsors
Con il Patrocinio e il contributo di:

BORMIO SKI WORLD CUP
mail: bormioskiworldcup@fisi.org
Follow us on...
© 2018 FISI
Se non diversamente specificato attraverso citazioni d'altra fonte, i materiali informativi presenti in questo sito sono protetti dai diritti d'autore. Tutti i diritti sui contenuti del sito sono riservati ai sensi della normativa vigente. La riproduzione, la pubblicazione e la distribuzione, totale o parziale, con qualsiasi mezzo analogico o digitale del materiale originale contenuto in questo sito sono espressamente vietate in assenza di autorizzazione scritta.

Impressum | Privacy policy
Powered by   Event Builder - Accreditation Management System